• Kevin Gerry Cafà

Autorevole e grandi capacità di governo. Di cosa parla senatrice Ronzulli?

Il Presuntuoso della settimana è Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato.


Di Kevin Gerry Cafà


"Non esiste un candidato più autorevole di Berlusconi, per esperienza umana e politica, per relazioni internazionali e capacità di governo. Sarà lui, a tempo debito, a dirci se intende dare la sua disponibilità o se invece, legittimamente, vorrà continuare a fare ciò che fa oggi, aiutare il Paese come sta facendo". Queste sono le parole di Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato nel corso di un evento in cui il tema era quello della successione al presidente Mattarella nel ruolo di presidente della Repubblica. Come abbiamo già scritto nelle scorse settimane, il fronte del centrodestra punta su Silvio Berlusconi, che di certo non ha bisogno di presentazioni. In questa occasione, cercherò di analizzare le parole della senatrice Ronzulli sul tema legato alla presidenza della Repubblica.

- Dunque, la senatrice dice che Berlusconi è "una persona autorevole". Bisognerebbe capire su quale motivazioni poggia la definizione che la Ronzulli attribuisce al Cavaliere. Credo sia difficile definire autorevole una persona che è imputato per un processo su presunte escort, in cui Berlusconi avrebbe pagato l'imprenditore Giampaolo Tarantini perché pare nascondesse dinanzi ai magistrati baresi la verità sulle escort portate alle feste organizzate nelle sue abitazioni, oppure per corruzione, poichè lo stesso avrebbe corrotto nel 2010 i senatori dell'IdV Antonio Razzi e Domenico Scilipoti per passare al PdL tenendo in piedi la maggioranza. Senza citare tutti gli altri procedimenti che mi farebbe apparire banale.

- La senatrice parla di relazioni internazionali e capacità di governo. Riguardo alle relazioni internazionali possiamo citare la vicenda del vertice NATO quando invece di dirigersi verso la cancelliera tedesca Angela Merkel, Berlusconi si è appartato sulla riva del fiume per telefonare a Tayyip Erdogan. Magari per far emergere le sue capacità di governo, potrei riproporre la vicenda dello scorso 30 dicembre 2011 quando lo spread arriverà a quota 528, con un incremento di 355 punti e un'altalena continua del differenziale tra i Btp e gli omologhi Bund tedeschi.

- Infine, il capitolo legato al ruolo che Berlusconi sta svolgendo in questa fase. Su questo punto, ahimè, non quale posizione stia svolgendo l'ex Cavaliere se non quella di nonno a tempo pieno. A questo punto, chiederei alla senatrice Ronzulli di fornirmi qualche dettaglio in più.

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti