• Politicose

L'Italia chiede aiuto Fondo solidarietà Ue

Il governo italiano ha presentato alla Commissione europea la richiesta per poter accedere al Fondo di solidarietà europeo per il sostegno alla pandemia da Coronavirus. Il Fondo di solidarietà dell'Unione europea permette all'Ue di sostenere dal punto di vista finanziario "uno Stato membro, un paese in via di adesione o una regione in caso di gravi catastrofi naturali". Nel mese di marzo, la Commissione aveva deciso di estendere la natura degli aiuti anche all'emergenza sanitaria che i paesi membri stanno fronteggiando in questo particolare periodo storico.




Il Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE) si muove sulla base giuridica del titolo XVIII - Coesione economica, sociale e territoriale - all'art.175 del Trattato sul Funzionamento dell'Ue e può mobilitare fino a "500 milioni di euro l'anno per integrare le spese pubbliche sostenute dagli Stati membri per gli interventi di emergenza".

Con l'ingresso della riforma del 2014, gli stati membri della comunità europea possono chiedere il versamento di un anticipo - dopo aver ricevuto il via libera dalla Commissione europea - che non può superare il 10 % dell'importo totale del contributo finanziario previsto dal Fondo di solidarietà ed è limitato a 30 milioni di euro.

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti