• Politicose

La South Carolina porta al centro del dibattito Democratico la politica estera americana

Di Samuele Mosconi


Sanders sostiene che la politica americana dovrebbe mirare alla difesa di Israele tenendo in considerazione i palestinesi e minaccia di riportare l'ambasciata a Tel Aviv.


Nel frattempo, Biden lo attacca per le sue affermazioni su Cuba e conduce la corsa in vantaggio in questo stato dove l'elettorato Democratico è al 60% afroamericano, ottenendo l'endorsement di Clyburn: il più importante parlamentare nero.


Sanders ha disertato l'incontro bipartisan presso l'AIPAC (lobby filoisraeliana), sostenendo appoggi personalità discriminatorie verso i palestinesi. Inoltre, ha definito razzista e reazionario il Presidente israeliano Nethanyau salvo ancora ribadire un atteggiamento difensivo verso Israele.

Rovente il clima con Gerusalemme che considera scioccanti e assurde le accuse del senatore del Vermont.



Un intervento a gamba tesa quello di Sanders che suscita polemiche vive anche in ambito Democratico ma soprattutto rovina in partenza il rapporto con il capo di un governo amico già in campagna elettorale.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti