• Kevin Gerry Cafà

Le leggi valgono per tutti

Il Presuntuoso della settimana è il numero 1 del tennis mondiale Novak Djokovic


Di Kevin Gerry Cafà


Bisogna essere campioni dentro e fuori dal campo. È uno primi insegnamenti che qualsiasi allenatore, padre e compagno di squadra dispensa ad ogni ragazzino/a con il sogno di diventare un grande atleta. Non saremo qui ad elencare i successi straordinari ottenuti da Novak Djokovic negli ultimi anni. Per quello ci sono le emittenti televisive e i fan club degli atleti.

Qui è necessario sottolineare l'atteggiamento strampalato di un campione nel pieno di una nuova ondata pandemica che sta travolgendo tutti i Paesi del mondo.

Abbiamo ascoltato e letto i numerosi messaggi giunti dagli atleti dello sport, italiano ed estero, in cui si sottolineava l'importanza di trasmettere una visione diversa circa l'importanza dei vaccini e sulla necessità di sottoporsi allo stesso nel breve periodo. Djokovic ha sempre rifiutato di rivelare se sia vaccinato o no contro il #Covid. Secondo la sua visione, Djokovic avrebbe voluto passeggiare indisturbato sui tantissimi casi presenti in Australia con la sua esenzione con cui può aggirare l'obbligo vaccinale.

Se sei il numero 1 al mondo del tennis e il campione in carica degli Australian Open, per te le regole Covid non valgono? È questo il messaggio che vuole trasmettere in questa fase? Beh sarebbe meglio di no, visto che Il campione serbo è già da tempo stato eletto idolo dei no vax, per le sue prese di posizioni contro il vaccino fin dall’inizio della pandemia. A questo proposito, possiamo aggiungere che l'idea di un numero 1 al mondo in grado di prendere parte anche da non immunizzato agli Australian Open è davvero ignobile. Inoltre, il gesto di #Djokovic che potrà partecipare al torneo è stata interpretata come una vittoria da parte di tutti i coloro che sono contrari alle vaccinazioni.

Come anticipato in precedenza, essere numero del mondo non basta. Bisogna essere campioni sorpattutto in questa fase e trasmettere un chiaro messaggio sul fatto che non c’è motivo di essere contro i vaccini che valga la sofferenza e la frustrazione di questo periodo di pandemia. Quindi, per favore, continuate a vaccinarvi.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti