• Kevin Gerry Cafà

Lo sceriffo del sud

Le dichiarazioni del governatore della regione Campania Vincenzo De Luca sono state di grande aiuto per sciogliere gli ultimi dubbi su chi eleggere per il ruolo di Presuntuoso della Settimana.


Di Kevin Gerry Cafà


"Hey Vicenzo. You sound like a lovely, fun-loving guy!" Questa è una delle riflessioni che è possibile leggere nella sezione dedicata ai commenti dei lettori del noto quotidiano britannico Independent, che ricorda la decisione di De Luca di firmare il coprifuoco alle 22 nel weekend del 31 ottobre per evitare un momento di idiozia: la notte di Halloween. In molti, compreso me, si chiedono cosa voglia fare nella vita Vincenzo De Luca. Il comico oppure il presidente della regione Campania? Sembra una domanda un po' scontata e al limite della tollerabilità. In realtà, potrebbe essere arrivato il momento di chiudere con i teatrini settimanali con cui ha conquistato migliaia di utenti sui social media, cercando di abbandonare questa sua immagine da governatore/ sceriffo di cui il paese può anche farne a meno. Quella dello sceriffo, si sa, è una delle figure cinematografiche che più affascina ed intriga il pubblico, per la sua autorità, il suo mistero, misti molto spesso però anche a simpatia e comicità. I suoi consulenti sono stati molto intelligenti a cavalcare l'onda dell'entusiasmo attorno a questo strano personaggio, che fino a poco tempo fa era un perfetto sconosciuto agli occhi di chi seguiva la politica due ore al mese e leggeva solo la sezione sportiva dei quotidiani.


Huge stupid Americanism’ è il titolo apparso sull'independent qualche giorno fa, in riferimento alla festa che rappresenta una tradizione molto attesa negli Usa che viene definita una "stupida americanata" e un "monumento all'imbecillità. Dopo i tweet di Naomi Campbell pieni di like per i "lanciafiamme", questa volta è l'Independent a non lasciarsi sfuggire l'occasione di pubblicare le parole del governatore della Campania. Non è la notte di Halloween che preoccupa maggiormente delle parole del governatore. De Luca chiude le scuole per via del numero dei contagi in costante aumento nella regione. Una decisione condivisibile ma chiudere la scuola non è la migliore soluzione. Un governatore deve creare le condizioni per preservare la possibilità che i ragazzi e le ragazze possano recarsi a scuola ogni giorno, mediante un lavoro di coordinamento con i sindaci di tutte le città campane. Magari se decidesse di sottrarre un po' del suo tempo ai monologhi, potrebbe promuovere la rimodulazione della gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani. Come proposto dal premier Conte ieri sera nel suo discorso alla nazione. Anche questo fa parte di una serie di iniziative che mirano ad evitare una seconda ondata del virus senza ricorrere ad un nuovo lockdown. "Meno Tv più concretezza" direbbe qualcuno.

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti