• Kevin Gerry Cafà

Una Barbara D'Urso qualunque

Il Presuntuoso della settimana è Massimo Giletti


Di Kevin Gerry Cafà


Massimo Giletti ha toccato il punto più basso della storia dell’informazione italiana. Su questo non ci sono dubbi.

Nel corso della giornata di ieri, il conduttore di Non è l'Arena è riuscito nell'impresa di farsi umiliare non solo da Maria Zakharova, portavoce di #Lavrov e da Alessandro #Sallusti.

Dispiace per il mancamento avuto durante il collegamento da Mosca ma è importante ribadire con grande chiarezza che Massimo #Giletti non è in grado di fare informazione. Non lo è mai stato e @urbano.cairo dovrebbe saperlo. Da un lato, La7 investe giustamente su Dario Di Fabbri, Lucio Caracciolo e la maratona quotidiana di Mentana, dall'altro decide di affidare un talk show in prima serata a Massimo Giletti: un uomo da cinepanettone.

L'ingresso di Giletti nel panorama degli approfondimenti politici, ha ridotto ai minimi termini quel pizzico di credibilità rimasta al giornalismo italiano.

Da quando è iniziata l'aggressione della Russia in Ucraina, Giletti e altri conduttori che si spacciano per giornalisti sono alla disperata ricerca di esponenti dea TV russa, portavoce, ministri e studiosi, allo scopo di raggiungere certe percentuali di share e fare il gradasso come una Barbara D'urso qualunque il giorno dopo. Ecco che dopo Brindisi e Giordano, Giletti ha avuto la sua umiliazione in prima serata su La7. È chiaro che personalità come Giletti danneggiano gravemente il giornalismo italiano, il quale non appare credibile agli occhi dei lettori e telespettatori.

Ci sono tutti i presupposti per dire che Giletti è una Barbara D'Urso che non ce la fatta.

35 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti