• Politicose

Dove eravamo rimasti?

Sapete, ho sempre sostenuto che il giornalismo debba essere considerato una sorta di bene pubblico. “L'informazione è un servizio pubblico come i trasporti pubblici e l’acquedotto. Non manderò acqua inquinata nelle vostre case”, diceva il maestro Biagi. Questa frase ha ispirato una discreta parte del lavoro iniziato lo scorso anno sul magazine. Fin dall'inizio, ero convinto che a Politicose servisse una sua casa: costruita su una solida base formata da voi lettori che avete permesso la crescita graduale di un progetto editoriale a cui tengo molto. Il vostro affetto, la voglia di informarvi e l'attenzione dimostrata ad ogni post è motivo di grande orgoglio per me. Mi ripaga per il tempo che ho dedicato al mio magazine, affinché possa essere considerato una fonte affidabile e credibile agli occhi dei miei lettori. Tornerò ad occuparmi di Europa e delle numerose sfide che la comunità internazionale sarà chiamata a fronteggiare nei prossimi mesi. Lo farò con serietà e professionalità, ponendo l'accento sui temi globali che metteranno a dura prova le democrazie occidentali e la diplomazia degli stati. Lo farò con tenacia, passione e professionalità. Come ho sempre fatto. Ringrazio il mio amico e grafico Simone Primo Ciaramella per aver realizzato il nuovo logo della pagina. Ti sarò sempre grato. Kevin Gerry Cafà


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti